La rete autostradale

Al servizio del territorio per favorire la mobilità e lo sviluppo economico
La composizione della rete

La rete autostradale (A4 e A31), in concessione alla Società per complessivi 235,6 Km, si inserisce nel corridoio europeo Mediterraneo collegando la Lombardia al Veneto e all’Est europeo e si interseca con la A21 Brescia – Piacenza, con la A22 Brennero – Modena, con la A13 Padova – Bologna.

Fa parte della rete principale la A31 Valdastico, che attualmente si snoda da Canda (S.S. 434) fino a Piovene Rocchette per un totale di 89,5 Km.

L’intermodalità è assicurata da una vasta rete di infrastrutture presenti sul territorio di riferimento: infatti il tracciato della A4 corre pressoché parallelo alla linea ferroviaria Milano - Venezia, sulla quale sono presenti numerose stazioni ferroviarie ed alcuni interporti (Verona/Quadrante Europa, Padova). Sulla direttrice dell’autostrada A4 sono inoltre situati gli aeroporti di Milano - Linate, di Bergamo - Orio al Serio, di Brescia - Montichiari, di Verona - Villafranca, di Venezia - Tessera nonché il porto di Venezia.

La viabilità alternativa, utilizzata tra l’altro in caso di gravi emergenze, è costituita a livello locale dalle tangenziali di Lonato, di Verona, di Vicenza, di Padova, dalla S.R. 11 che corre quasi parallela al tracciato autostradale, dalla S.S. 434 Transpolesana da Verona a Rovigo che interseca a Canda l’autostrada A31 Valdastico Sud e da altre strade statali e/o provinciali segnalate localmente. A livello autostradale le possibili alternative sono costituite dall’Autostrada del Brennero (A22), dalla Padova - Bologna (A13), dalla Milano - Bologna (A1), dalla Brescia - Piacenza (A21).

La carreggiata in direzione Venezia è denominata Est, quella in direzione Milano Ovest.

Ogni carreggiata è composta da:

  • Corsia di Emergenza (largh. 3,00 mt.);
  • Prima corsia riservata alla marcia normale (largh. 3,50 mt.);
  • Seconda e terza corsia riservata al sorpasso (largh. 3,75 mt.).

Nel tratto della A4 sono presenti 121 cavalcavia, tutti numerati con apposita segnaletica, 2 gallerie video sorvegliate per senso di marcia (Monti Berici - Vi) lunghe rispettivamente 300 e 600 m circa, 290 tra ponti e viadotti.

La carreggiata in direzione Canda è denominata Sud, quella in direzione Piovene Rocchette è denominata Nord.

Ogni carreggiata è composta da:

  • Corsia di Emergenza (largh. 3,50 mt.);
  • Prima corsia riservata alla marcia normale (largh. 3,75 mt.);
  • Seconda corsia riservata al sorpasso (largh. 3,75 mt.).

Nel tratto della A31 sono presenti 29 cavalcavia, tutti numerati con apposita segnaletica, 53 tra ponti e viadotti.

Fluidità veicolare

Uno dei principali elementi del servizio autostradale è dalla scorrevolezza del traffico. A tal fine la nostra società ha definito e realizzato una serie di interventi per rendere, per quanto possibile, il viaggio più sicuro e il traffico più scorrevole.

Scopri di più
Sicurezza

La sicurezza è senz'altro il fattore più rilevante della qualità del servizio erogato al cliente. A tal fine grazie all'esperienza e alla professionalità acquisite, nonchè all'uso di adeguate tecnologie, intervieniamo sui principali indicatori strutturali.

Scopri di più
Piani di potenziamento

In relazione all’evolversi delle esigenze legate alla mobilità, la nostra società potenzia e/o adegua la rete infrastrutturale in linea con quanto previsto dalla convenzione vigente con la Direzione Generale per la Vigilanza sulle concessionarie autostradali del MIT.

Scopri di più
INFORMATIVA RUMORE AMBIENTALE

Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova, secondo quando previsto dal Decreto Legislativo n. 194 del 18 agosto 2005, ha portato a termine le attività di mappatura acustica della propria rete e procede quindi con l’iter di informativa al pubblico finalizzato alla definizione del Piano di Azione, ovvero lo strumento attraverso cui verranno gestite le problematiche ambientali correlate all’inquinamento acustico prodotto dal traffico veicolare.

A tale scopo vengono rese disponibili per la consultazione le relazioni illustrative della mappatura acustica e la relazione del piano degli interventi di contenimento ed abbattimento del rumore, il cui aggiornamento è stato inviato nel 2014 al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, secondo quanto prescritto dal DMA del 29 novembre 2000.

Gli elaborati di dettaglio sono altresì consultabili presso la sede di Verona via Flavio Gioia 71, previo appuntamento telefonico al n. 045 8272434-2487, mentre le eventuali osservazioni potranno essere presentate entro le ore 24 del 14 luglio 2018 tramite raccomandata A/R all'indirizzo Autostrada Brescia Verona Vicenza Padova SpA, via Flavio Gioia, 71 - 37135 Verona, Italia o tramite pec all’indirizzo areacostruzioni@pec.autobspd.it, indicando come oggetto la dicitura “Osservazioni ai sensi del D.lgs. 194/2005 - Piano di Azione”.