MODIFICA
Info utili


Consigli utili per chi viaggia in autostrada

PRIMA DI METTERSI IN VIAGGIO

  • controllare dal proprio gommista i pneumatici (usura, pressione, ecc.) e, dal proprio meccanico, il motore (livelli olio, cinghie, luci, ecc.);
  • distribuire bene il carico della vettura al fine di ottimizzare il comportamento della stessa, in frenata ed in curva;
  • evitare di partire nelle ore più calde o durante la notte fonda e comunque mai dopo pasti o cene troppo abbondanti;
  • contattare telefonicamente le Società Autostradali competenti dei tratti in cui si deve transitare per conoscere la situazione viabilistica e meteorologica;
  • informarsi, tramite la propria Agenzia d'assicurazione, sulla copertura d'eventuali interventi da parte di Officine delegate per la rimozione e traino del proprio veicolo in caso di guasto meccanico o incidente.

PRIMA DI ENTRARE IN AUTOSTRADA

  • controllare eventuali messaggi all'utenza divulgati tramite i pannellini elettronici posti in ingresso delle autostazioni;
  • per il ritiro del biglietto utilizzare le piste normali o le piste bimodali, che consentono di essere impiegate da tutti indipendentemente dal tipo di pagamento che sarà effettuato in uscita (mentre le piste Telepass devono essere utilizzate esclusivamente dai possessori del Telepass), procedendo ad una velocità non superiore a 30 km/h.

DURANTE IL VIAGGIO

  • controllare i messaggi esposti sui pannelli a messaggio variabile per avere informazioni sui tratti immediatamente successivi;
  • mantenere le distanze di sicurezza;
  • rispettare i limiti di velocità;
  • utilizzare le cinture di sicurezza;
  • evitare l'uso di sostanze alcoliche;
  • sintonizzarsi sulle frequenze radiofoniche che trasmettono informazioni sul traffico e sul tempo;
  • programmare delle soste (almeno ogni due ore), in particolare durante i lunghi viaggi, in modo da far "riposare" la vettura e verificare il vostro livello di stanchezza.

IN CASO DI INCIDENTE

Nei casi in cui siete direttamente coinvolti:

  • uso obbligatorio del giubbino catarifrangente;
  • se non ci sono feriti spostare, per quanto possibile, i mezzi in posizione di sicurezza (corsia di emergenza o piazzola), altrimenti allontanarsi subito dal veicolo e ripararsi dietro un guardrail (attenzione alle scarpate ripide);
  • posizionare il triangolo ad almeno 50 metri di distanza ed azionare l'interruttore che accende le luci ad intermittenza del mezzo;
  • richiedere, tramite colonnina SOS o telefono, l'invio dei mezzi di soccorso.

Nei casi in cui non siete coinvolti direttamente ma state sopraggiungendo:

  • non utilizzare la corsia di emergenza, se non 500 metri prima di un'uscita di un casello;
  • procedere secondo i limiti posti sui segnali evitando di rallentare per "curiosare".

IN CASO DI FERMATA IN CORSIA DI EMERGENZA

  • la sosta, per motivi di sicurezza, non deve eccedere il tempo strettamente necessario per superare l'emergenza;
  • in ogni caso, posizionare il veicolo il più possibile vicino alla banchina;
  • uso obbligatorio del giubbino catarifrangente in caso di fermata in corsia di emergenza;
  • collocare il segnale mobile (triangolo) ad almeno 100 metri dal veicolo e di notte o in caso di scarsa visibilità tenere accese le luci di posizione;
  • scendere dal veicolo e raggiungere, a piedi, la prima piazzola di sosta, nell'attesa dei soccorsi.

avanti >>